SIA: Sostegno per l’inclusione attiva

Il Comune di Angri è pronto a ricevere le domande di accesso al Sia – Sostegno per l’inclusione attiva –, la nuova misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, le domande si possono presentare agli uffici dei Servizi Sociali del Comune di Angri.
"L'obiettivo del provvedimento, già sperimentato nelle grandi città ed ora esteso a tutta Italia — Spiega l’Assessore alle politiche sociali Pasquale Russo— è aiutare le famiglie a superare la condizione di indigenza e riconquistare gradualmente l'autonomia, instaurando con esse un patto che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni. Per godere del beneficio, infatti, il nucleo familiare del richiedente deve aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali e soggetto a periodiche verifiche.”
Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, i richiedenti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: residenza sul territorio nazionale da almeno due anni; presenza nel nucleo familiare di almeno un minore o un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata; Reddito ISEE uguale o non superiore ad € 3.000; non aver percepito da parte di nessuno dei componenti del nucleo, nel mese antecedente la richiesta, trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale a qualunque titolo concessi da Stato o altre Pubbliche amministrazioni, di importo superiore ad € 600 mensili; non aver percepito da parte di nessun componente del nucleo NASPI, ASDI o altri ammortizzatori a sostegno del reddito a seguito di disoccupazione involontaria; non possedere autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 12 mesi antecedenti la richiesta, ovvero non possedere autoveicoli di cilindrata superiore a 1300 cc o motoveicoli superiore a 250cc immatricolati per la prima volta nei tre anni antecedenti.


Angri, 06.09.2016


                                                                                               Assessore alle Politiche Sociali
                                                                                                         Pasquale Russo